Il Pensiero Crea la Realtà ?

Il pensiero crea la realtà ?
E’ un concetto che certamente avrete già sentito, se non altro perché tutte le correnti new age, e le filosofie orientali, comprese le grandi religioni come il buddismo o l’induismo  lo hanno come base essenziale del loro dogma.
La cosa indubbiamente interessante è che anche la scienza, con la cosiddetta “nuova fisica” o fisica dei quanti, avvalora questa idea.
Secondo la fisica quantistica infatti, tutti gli oggetti materiali, che si tratti di un fiore, un aeroplano, un libro o il corpo umano, scomposti nelle particelle fondamentali, sono formati da atomi.
Gli atomi, a loro volta sono costituiti da particelle subatomiche, che altro non sono che oscillazioni di energia dentro una grande spazio vuoto.
Senza voler entrare in analisi approfondite, la nuova fisica è giunta alla conclusione che la materia prima di cui si compone l’universo è una  NON materia, un impulso di energia ed informazione.
La struttura di tutto quanto è materiale è costituita da informazione ed energia, cioè da non materia, solo i nostri sensi ci danno l’illusione della solidità e della diversità.
In realtà un atomo di rame ed uno di piombo, per fare un esempio, sono formati esattamente dalle stesse particelle, dagli stessi impulsi, cambia soltanto la quantità e disposizione di tali impulsi.

Ma anche il pensiero è un impulso di energia ed informazione.

L’impressione che i pensieri nascano e si trovino solo dentro la nostra testa è dovuta al fatto che li percepiamo con una struttura verbale, che serve per enunciarli ma sono proprio quegli stessi impulsi di energia ed informazione che costituiscono la materia prima costituente dell’universo.

Sotto l’apparenza tangibile dell’universo e l’illusione della fisicità delle molecole si trova quindi una matrice unitaria che si compone di sola energia invisibile

Le esperienze della vita sono una sequenza all’interno della matrice unitaria di un “nulla” energetico, che è a sua volta inserita nel continuum di corpo e situazioni.

Le esperienze della vita, quindi, sono episodi di gioia e dolore, successi e fallimenti, ricchezza e povertà e mille altre situazioni che sembrano accadere un pò a caso, ma che, ad un livello molto più profondo accadono perché i nostri pensieri le fanno accadere.

Gli impulsi di energia ed informazione che generano le esperienze si formano dentro di noi, e riflettono il nostro modo di interpretare la vita.

L’atteggiamento mentale nei sui confronti è al tempo stesso espressione e risultato di impulsi di energia e informazione auto generata.

Questo non è per niente facile da capire e nemmeno da accettare.

Significherebbe che ogni situazione negativa l’abbiamo, in un certo senso, creata noi.

Ma se le grandi religioni, la filosofia orientale e la scienza si trovano d’accordo su questo, forse vale la pena di riflettere sulla possibilità di porre maggiore attenzione ai nostri pensieri più profondi , magari assumendo la decisione consapevole di assumerne il controllo, allontanando quelli negativi e privilegiando quelli positivi e motivanti.

Provarci non costa niente.

E se funzionasse………. ?

 

 

Roberto by The ForeRunners

COMMENTS

  • Elena

    Ciao Roberto,
    sono pienamente d’accordo con te che tutto si genera da energia e che della stessa è composta ogni cosa.
    L’io non ne è altro che una sequenza della quale ci appropriamo.
    Però credo che questa energia sotto varie forme necessita di fare esperienze, non esistono esperienze positive o negative ma solo esperienze.
    Nel nostro modo di vedere vorremmo solo le cose belle ed è questo che genera il maggior dolore.
    namaste
    Elena.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.