Il Futuro dell’ eCommerce

Quattro possibili scenari per eCommerce e logistica
Deutsch Post DHL ha condotto un approfondito studio su cosa aspettarsi dall’eCommerce da qui al 2025: quattro scenari egualmente plausibili che dimostrano quanto gli acquisti online e le operazioni logistiche andranno sempre di pari passo.

Come muterà l’eCommerce nei prossimi dieci anni?

Argomento quanto mai caldo e attuale, ha portato in molti a interrogarsi su cosa aspettarsi per il futuro, specialmente in ambito logistico. “Global E-Talling 2025”, recente studio di Deutsche Post DHL, individua quattro possibili scenari che ipotizzano come la logistica dovrà adattarsi da qui al 2025.

Il primo scenario prevede che le barriere fra vendite online e offline vengano definitivamente abbattute, portando a un sistema di retail ibrido: i dispositivi mobili permetteranno ai consumatori di acquistare qualsiasi cosa desiderino, ricevendo i prodotti in pochissimo tempo. Il ruolo della logistica diverrà così più preminente: i volumi di spedizione cresceranno ovunque, velocizzandosi laddove già sono presenti e crescendo in sicurezza nelle aree più critiche del pianeta.

La seconda previsione auspica un boom economico globale, in grado di creare una nuova e benestante middle class: l’assunto di base è che andrà ad imporsi uno stile di vita non più lavoro-centrico, ma legato al piacere e al tempo libero. Nello stesso tempo crescerà anche il settore industriale: alcuni tipi di tecnologia – si pensi alle stampanti 3D – renderanno possibile produrre piccole quantità di prodotto per soddisfare le richieste locali. Le compagnie logistiche si adatteranno al nuovo assetto, andando incontro alle esigenze dei produttori e creando una sempre più ampia comunità virtuale.

Il terzo scenario riguarda da vicino l’intelligenza artificiale: negli ultimi anni si sono imposte tecnologie di altissimo livello, dai data glasses agli smartphone. Non è raro trovarsi di fronte ad avatar – veri e propri assistenti virtuali – che seguano passo passo negli acquisti, monitorino le consegne e portino avanti transazioni indipendenti su richiesta dei clienti. Il retailing online è dominante: usando informazioni sul consumatore in base ai suoi interessi e alle sue ricerche, è possibile fare offerte targettizzate. Non passerà molto prima che la realtà aumentata permetta di produrre simulazioni del prodotto stesso, indirizzando ulteriormente alla vendita. La logistica crescerà in questo senso, e insieme a lei cresceranno le sfide: standard più alti per i tempi di consegna e l’esigenza di fornire al consumatore la  massima tracciabilità dei prodotti acquistati.

La quarta e ultima ipotesi prevede, al contrario, una nuova crisi economica. I consumatori baderanno di più a quanto spendono, i costi energetici saranno elevati e la globalizzazione in ritirata. Il concetto di possesso esclusivo di un prodotto lascerà spazio alla condivisione, allo scambio, all’acquisto di gruppo e ai leasing, mentre sostenibilità, riciclaggio, “riparare, non rimpiazzare” saranno i mantra da seguire.  L’impatto sulla logistica è controverso: naturalmente, la domanda calerà, ma il concentrarsi sui leasing e il prestito di beni offrirà nuove possibilità di business nel muovere prodotti da un consumatore all’altro. Su tutto, prezzi e flessibilità supereranno la velocità nelle spedizioni.

Quattro scenari ugualmente credibili che confermano ancora una volta quanto logistica e eCommerce siano ormai legate a doppio filo.

(dhllive.com)

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.